• nasa

COS’È

Una Spin-off accademica dell’Università di Pisa è un’impresa accreditata su proposta
di soggetti che intrattengono un rapporto con l’ Università di Pisa o che hanno cessato
il medesimo da non più di 36 mesi.

L’oggetto dell’attività della Spin-off deve consistere nella produzione di beni e servizi innovativi ad essi collegati e/o di elevato contenuto tecnologico, ideati e sviluppati
con il contributo determinante delle risorse di ricerca dell’Ateneo.

27 aziende
accreditate

113 premi vinti
dalle Spin Off

13 Spin Off generate
dal Contamination Lab

GLI SPIN OFF RACCONTANO

La video rubrica in cui l’Università di Pisa racconta i suoi Spin Off

IL COMITATO SPINOFF

Il Comitato è istituito con decreto del Rettore ed è composto da sette membri, che durano in carica quattro anni.

I membri del Comitato sono docenti dell’Ateneo con competenze in materie scientifiche, tecnologiche, economico-finanziarie, analisi di mercato, di gestione societaria, di valutazione dell’impatto sociale e territoriale e negli ambiti del diritto industriale. Il Comitato potrà essere integrato da valutatori dotati di competenze nelle stesse materie, con funzione consultiva.

FRANCESCO
FIDECARO

Presidente

Dipartimento di Fisica

LORENZO
GHIADONI

Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale

STEFANO
GIORDANO


Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione

ROBERTO
MARANGONI

Dipartimento di Biologia

GIOVANNA
MARIANI

Dipartimento di Economia e Management

VINCENZO
PINTO

Dipartimento di Giurisprudenza

STEFANO
CHESSA

Dipartimento di Informatica

ALESSANDRO
BIANCHI
PIERANGELO
ROLLA
GIANPAOLO
ANDRICH
FABIO
MENCARELLI
NICOLA
BELCARI
GIORGIO
CARELLI
ALESSANDRA
GUIDI
FEDERICA
SALARI
MARIA LETIZIA
TRICAVELLI
CONCETTINA
LA MOTTA
SILVIO
BIANCHI MARTINI
ANDREA
DELLO SBARBA

Compiti del Comitato sono la promozione ed il monitoraggio delle attività di Spin-off e la valutazione tecnica, economica e finanziaria delle proposte in materia.

L’attività di promozione delle nuove iniziative è posta in essere dal Comitato in collaborazione con gli Uffici di Ateneo preposti alla promozione delle attività di ricerca, eventualmente con l’intervento di consulenti interni o esterni.